Tecnologia

Evaluation White Paper e il Cloud VR User Experience per studiare il cloud VR di Huawei

Nel Marzo 2019, Huawei e Video Experience Alliance hanno rilasciato, per gli utenti del servizio Cloud VR di Huawei, un sistema per valutare il servizio integrato al fine di migliorare l’esperienza nei servizi di video ultra-VR.

Huawei, società cinese impegnata nello sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti, sistemi e soluzioni di rete e telecomunicazioni, e Video Experience Alliance, organizzazione cinese che si occupa degli standard per esperienze video, hanno deciso di lavorare congiuntamente per accelerare la standardizzazione del settore VR.

L’obiettivo della partnership è quello di raccogliere, attraverso l’user experience, maggiori informazioni sulla tecnologia che il servizio cloud utilizza, attraverso i progetti di ricerca denominati Evaluation White Paper e Cloud VR User Experience. Queste valutazioni hanno l’obiettivo di rendere misurabile e valutabile la qualità del servizio offerto.

Ad occuparsi della ricerca di mercato è iLab, il laboratorio di innovazione di rete ultra-broadband di Huawei, che ha condotto una ricerca a riguardo, mappando l’esperienza utente e creando elementi di valutazione validi. Il modello di esperienza utente, definito attraverso l’Evaluation White Paper, include esperienze immersive ed interattive, 4 sezioni dedicate alla qualità del servizio e 15 fattori vari, come fotogrammi, ritardo e bordi neri.

Will Zhang, presidente del dipartimento di strategia di Huawei, ha dichiarato in merito:

“Rilasciando l’Evaluation White Paper e il Cloud VR User Experience per gli utenti, Huawei spera di continuare a collaborare con l’industria per migliorare i metodi di valutazione, costruire strumenti di valutazione unificati e stabilire una serie completa di specifiche di ammissione e gli standard di accettazione per colmare i punti di rottura del settore, promuovere l’interconnessione perfetta tra i terminali e le piattaforme di Cloud VR e favorire la crescita di un ecosistema industriale prospero”.

Il servizio di cloud VR, che sta sviluppando Huawei, ha l’obiettivo di ridurre, se non eliminare del tutto, l’utilizzo di hardware potenti e costosi a supporto dei visori per la realtà virtuale in favore di un’implementazione dei vari sistemi di VR attraverso la modalità cloud offerta, quindi senza necessitare di alcun hardware.

Il modulo, da implementare nei visori, dovrebbe essere in grado di connettersi direttamente ai diversi servizi offerti attraverso il Wi-Fi. Sfruttando al massimo la GPU cloud rendering, tassello fondamentale per il servizio in questione, con un rendering delle immagini visionate dal VR attraverso un algoritmo nel cloud, gli utenti potranno usufruire delle app installate nel servizio che verranno eseguite da remoto,.

Architettura del funzionamento del cloud VR

Questa industria, in grande sviluppo, si basa sulle tecnologie pionieristiche come 5G, Wi-Fi 6 e rendering cloud. Lo sviluppo delle suddette tecnologie sta permettendo una maturazione massiccia del cloud VR che Huawei propone. Tuttavia, l’industria in questione, deve ancora provare ad affrontare il mercato di massa a cui è destinato.

Le specifiche delle funzionalità proposte da Huawei devono scontrarsi con l’implementazione nei visori e quindi adattarsi a secondo dei fornitori, limitandone l’integrazione e la conseguente limitazione dell’user experience, poiché vengono a variare parametri come quelli di codifica, latenza e precisione di posizionamento.

Per affrontare il problema appena descritto, iLab ha collaborato con diversi partner per ottenere risultati di innovazione negli scenari applicativi del Cloud VR: soluzioni di servizio e soluzioni di trasporto di rete, dichiara Huawei, promuoveranno continuamente l’implementazione commerciale dei servizi Cloud VR.

Tag

Simone Allegra

Studente presso la facoltà di Ingegneria all'università di Catania, è sempre stato appassionato del mondo dell'informatica, dell'elettronica e delle telecomunicazioni, sperando di condividere con tutti al meglio le sue conoscenze e le sue passioni.
Back to top button