Tecnologia

L’Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro entra a far parte della Huawei ICT Academy

ASPAL, Agenzia Sarda per le Politiche Attive del Lavoro, ha annunciato una nuova collaborazione con Huawei al fine di promuovere competenze per lo sviluppo delle smart city e per rafforzare l’accordo precedentemente siglato tra l’azienda cinese, la regione Sardegna e il CRS4.

Il 7 Novembre 2018 è stato firmato un accordo tra la Regione Autonoma della Sardegna, Huawei Italia e il CRS4, centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna, dedicato alla ricerca di soluzioni sulle Smart City, sull’industria 4.0 e sulle nuove tecnologie ICT, come il 5G.

L’accordo stipulato ha aperto una nuova fase operativa dello sviluppo regionale sulle nuove tecnologie, avviato nel 2016 con l’inaugurazione del Joint Innovation Center, centro di ricerca situato nel Parco Tecnologico di Pula (CA).

Sulla base di tale accordo precedentemente raggiunto, in occasione del Forum Pa, evento nazionale tenutosi ieri, 14 Maggio 2019, a Roma e dedicato al tema dell’informatizzazione della pubblica amministrazione, ASPAL ha comunicato di aver firmato un accordo che le ha permesso di entrare a far parte della Huawei ICT Academy.

A commentare il sodalizio raggiunto è stato Massimo Temussi, direttore generale ASPAL:

“L’accordo con Huawei ICT Academy consolida la partnership già avviata in occasione di altre iniziative, come da ultimo il Sardinian job day 2019 dedicato alla digital innovation. Rafforziamo, dunque, una collaborazione orientata a promuovere la formazione nel campo delle nuove tecnologie per essere al passo con il nuovo mercato del lavoro e superare il mismatch che si registra soprattutto nei settori innovativi […]. Con questa iniziativa la Sardegna, tramite l’ASPAL, porta avanti un percorso virtuoso improntato all’innovazione, per incentivare i giovani e non solo a intraprendere un percorso formativo di successo con buone prospettive occupazionali.”

Huawei ICT è una partnership tra Huawei e le accademie di tutto il mondo. Questo programma no-profit coinvolge università ed enti pubblici, autorizzandoli ad erogare corsi di certificazione relativi alle soluzioni e alle tecnologie adottate da Huawei.

Questo progetto tende a incoraggiare gli studenti che vi partecipano a sviluppare competenze pratiche per l’industria ICT. La partecipazione all’accademica Huawei offre, inoltre, la possibilità di accedere a svariati corsi online.

Questa iniziativa sarà dunque aperta anche alla regione Sardegna mediante ASPAL, come comunica Liu Huibo, General Manager Enterprise Business Group Huawei Italia:

“Huawei da sempre punta sui talenti e sulle risorse professionali italiane con l’obiettivo di svolgere un ruolo attivo nella crescita economica del Paese […]. Siamo fermamente convinti che grazie a iniziative come la HUAWEI ICT Academy, in cui abbiamo il piacere di accogliere ASPAL, si possa favorire lo sviluppo di know-how distintivo da parte delle giovani generazioni per rispondere alle esigenze di competenze digitali del mondo imprenditoriale, in particolare nel campo delle Smart City.”

Quindi, la condivisione delle conoscenze tecnologiche da parte di Huawei ha come obietto finale quello di stimolare lo sviluppo di nuove tecnologie, in modo da creare un ecosistema collaborativo e di consolidare la sinergia tra gli enti pubblici e il settore privato, promuovendo i progetti per la realizzazione di una Smart Region.

Tag
Back to top button