5G in ItaliaTelcoTim

La relazione finanziaria trimestrale e i progetti per il futuro di INWIT con l’arrivo del 5G

Nel resoconto intermedio di gestione di INWIT, approvato dal Consiglio di Amministrazione dell’azienda, sono state riportate le condizioni economiche dell’ultimo trimestre e sono stati posti degli obiettivi per i restanti mesi del 2019 in vista dell’avvento del 5G.

Il paragone con gli anni precedenti, seppur in maniera non immediata, vista l’adozione del nuovo sistema contabile IFRS16 (che ha modificato la composizione dei principali indicatori economici e patrimoniali), ha evidenziato i risultati riportati di seguito, riconducibili fino al 31 marzo 2019. Questi sono resi comparabili tenendo conto del precedente sistema contabile.

Per quanto riguarda i ricavi, questi si attestano a 94,9 milioni di euro, in diminuzione rispetto allo stesso periodo 2018 dello 0,6% ma in crescita del 3,6% se si esclude l’una tantum da 3,9 milioni di euro contabilizzata nel primo trimestre 2018.

L’EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortization, ovvero “utili prima degli interessi, delle imposte, del deprezzamento e degli ammortamenti”) ammonta a 82,8 milioni di euro, in aumento del 61,1% rispetto al I trimestre 2018 (trascurando la già citata una tantum dello stesso periodo 2018).

Il principio contabile IFRS16, che non tiene conto dei canoni di locazione fra i costi di acquisti di beni e servizi, ritenuti una passività finanziaria ammortizzata dall’uso dell’attività presa in locazione durante la durata del contratto, porta a un divario dell’EBITDA pari a 29,2 milioni di euro.

L’EBITDA confrontabile, dunque, analizzata con i canoni del precedente sistema contabile, ammonta a 53,5 milioni di euro, in crescita del 4,2% rispetto al primo trimestre 2018, escludendo l’una tantum. L’EBIT (Earnings Before Interests and Taxes) è pari a 51,7 milioni di euro con un decremento dello 0,7% rispetto allo stesso periodo 2018, ma un incremento del 7,4% mettendo da parte i 3,9 milioni del 2018.

L’EBIT confrontabile del primo trimestre 2019 ammonta, invece, a 49,3 milioni di euro, con la crescita del 2,3% rispetto al 2018 senza considerare l’una tantum. Il risultato del periodo è positivo per 32,4 milioni di euro, in diminuzione dell’11,0% rispetto allo stesso periodo 2018, ma del 0,2% escludendo l’una tantum.

Il risultato del periodo confrontabile è positivo per 34,4 milioni di euro, in crescita dell’5,8% rispetto allo stesso periodo 2018 non prendendo in considerazione l’una tantum 2018, mentre gli investimenti industriali del periodo sono stati pari a 7,6 milioni di euro.

L’Indebitamento Finanziario Netto è pari a 686,407 milioni di euro, comprendendo in particolare l’incremento di 668,982 milioni di euro con il nuovo principio contabile IFRS 16 (Leasing). Escludendo quest’ultimo, l’Indebitamento Finanziario Netto rettificato risulta pari a 17,7 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto al 31 dicembre 2018 (48,088 milioni di euro).

Giovanni Ferigo, Amministratore Delegato, afferma nel comunicato:

Anche il primo trimestre 2019 si chiude positivamente, in leggera crescita. La società è fortemente impegnata nella realizzazione dell’accordo con Tim e Vodafone. Crediamo fortemente in questa intesa, la cui trattativa sta proseguendo secondo il programma che darà nuovo impulso alla crescita di INWIT grazie alla collaborazione di lungo periodo con due operatori di primo piano. Il nuovo assetto ci permetterà di proseguire e accelerare ulteriormente nel nostro piano di sviluppo e ammodernamento dei siti e nello sviluppo dei nuovi business.

Inwit (Infrastrutture Wireless Italiane) lavora nel settore delle infrastrutture per le comunicazioni elettroniche, con un’esperienza che affonda le sue radici nel Gruppo TIM. È attualmente il primo Tower Operator italiano per numero di siti gestiti, circa 11.000, distribuiti in maniera capillare su tutto il territorio nazionale e su cui vengono ospitati gli apparati di trasmissione di tutti i principali operatori nazionali.

Inwit contribuisce, inoltre, alla copertura dei servizi di telefonia wireless del territorio italiano e continuerà a farlo nei prossimi anni, incrementando i suoi siti anche in funzione dello sviluppo delle nuove tecnologie, a partire dalla nuova rete 5G.

Nel corso del primo trimestre, l’azienda ha sfruttato le opportunità offerte dal mercato per sviluppare il proprio business, proseguendo nella valorizzazione degli asset infrastrutturali e accrescendo il rapporto di tenancy; ha rinegoziato i contratti di affitto e il piano di acquisizione dei terreni, intercettato la domanda di nuovi siti raggiungendo quota 550 nuovi impianti, proseguito nel piano di coperture microcellulari multi-operatore, raggiungendo le 2.600 remote units, e modernizzato i propri siti, arrivando a 630 connessioni tramite backhauling in fibra.

Per l’immediato futuro, INWIT sarà impegnata a intercettare la tendenza che spinge gli operatori mobili ad aumentare i loro punti di accesso ai servizi per raggiungere una piena copertura in vista del passaggio al 5G.

Tag
Back to top button