Telefonia

Amazon interessata ad entrare nel mondo della telefonia acquisendo Boost Mobile in USA?

Amazon, la famosa azienda di commercio statunitense, sembrerebbe interessata ad entrate nel mercato della telefonia mobile, acquisendo Boost Mobile, attualmente uno dei marchi prepagati dell’azienda di telecomunicazioni statunitense Sprint.

Come affermato a fine Maggio 2019 dai colleghi di HDBlog.it, la futura fusione tra gli operatori T-Mobile e Sprint, New T-Mobile, permetterebbe ad Amazon di utilizzare la rete wireless di T-Mobile per almeno sei anni. Inoltre, la società di Jeff Bezos sembrerebbe interessata ad accaparrarsi anche qualsiasi frequenza dismessa dopo l’eventuale fusione dei due operatori, entrando, in questo modo, in maniera aggressiva nel mercato di telefonia mobile negli Stati Uniti.

Amazon si è sempre contraddistinta per la presenza contemporanea in tanti settori che, dalla semplice gestione del sito e-commerce, sono sfociati in servizi multimediali (Amazon Music, Amazon Prime, Amazon Video), servizi cloud (Amazon Drive) fino al lancio di dispositivi a marchio Amazon.

Attualmente, il colosso statunitense è una delle quattro grandi società tecnologiche insieme a Alphabet Inc, Apple Inc e Facebook Inc. Potrebbe essere il momento giusto per lanciarsi in un mondo del tutto nuovo per Amazon? 

Boost Mobile Amazon

Secondo quanto dichiarato da Reuters, T-Mobile e Sprint sembrerebbero disposti a vendere Boost Mobile, oltre a cedere alcune frequenze, per spingere sempre più verso la loro fusione, andando a ridurre la loro quota di mercato nel settore wireless prepagato con conseguente approvazione normativa della loro unione pianificata da 26 miliardi di dollari.

Le autorità statunitensi intendono, infatti, garantire la concorrenza nel mercato di telefonia mobile che, in caso di fusione approvata, sarebbe formato da 3 operatori invece di 4: New T-Mobile, Verizon e Boost Mobile.

Quest’ultimo potrebbe essere venduto a circa 3 miliardi di dollari, che potrebbero anche diventare 4,5 miliardi considerando lo spettro wireless, le onde radio o le strutture. Gli attuali clienti Boost, secondo gli analisti di Cowen, dovrebbero essere tra i 7 e gli 8 milioni di clienti, numero non confermato comunque da Sprint.

Via
HDBlog.itReuters.com
Tag
Adv adv ho
Back to top button