TelcoTim

Amos Genish vicino alla società finanziaria Btg Pactual. Ritorno in Brasile per l’ex CEO di Tim?

Dal successo in Brasile al vertice della principale azienda nel mercato della telefonia in Italia, fino al ritorno nello stato carioca. Potrebbe chiudersi in questo modo il cerchio del percorso professionale degli ultimi anni di Amos Genish, ex CEO di Tim e accostato negli ultimi giorni al gruppo finanziario Btg Pactual.

Secondo l’edizione di lunedì 3 Giugno 2019 dell’inserto Affari e Finanza del quotidiano “La Repubblica“, l’israeliano potrebbe presto ricoprire un ruolo importante all’interno della società finanziaria brasiliana per dare il suo contributo al progetto di ampliamento dell’offerta di servizi gestibili in via telematica destinati a correntisti e piccole imprese.

Btg ha annunciato nelle ultime settimane la volontà di far confluire tutti i servizi digitali al dettaglio in una unità operativa che se ne occuperà specificatamente. Al suo vertice, secondo i media brasiliani, dovrebbe esserci in futuro Amos Genish.

Per lui, che dal 2000 ha coltivato l’ambizioso progetto di portare la linea telefonica nelle aree più remote del Brasile con la società Global Village Telecom, le indiscrezioni parlano di un possibile ruolo da amministratore delegato o da azionista.

Il gruppo finanziario, fondato nel 1983 a Rio de Janeiro, dove ha stabilito la sua sede principale, ha uffici nelle principali città dell’America Latina e dei grandi centri finanziari globali. Il nome dell’azienda non è da ritenere del tutto nuovo al contesto italiano. La società ha infatti detenuto insieme ad altri gruppi finanziari una quota azionaria del capitale societario della Banca Monte dei Paschi di Siena e di Banca Carige. BTG Pactual

Quanto a Genish, ciò che solleva dubbi è l’incerta evoluzione dei suoi rapporti con Tim. Dopo essere stato sfiduciato da amministratore delegato della società nel mese di Novembre 2018, attualmente il manager è membro in quota Vivendi del Consiglio di Amministrazione della società. Non essendo ancora definita con certezza la sua posizione relativamente ai fatti che lo vedono coinvolto, non è possibile determinare con certezza se e quando l’israeliano darà le proprie dimissioni da consigliere.

Se tutte le ipotesi dovessero trovare conferma nei prossimi mesi, l’esperienza di Genish in Tim sarebbe da ritenere conclusa. L’israeliano era subentrato nel Settembre 2017 a Flavio Cattaneo come CEO ed insieme al piano industriale da lui ideato, è stato confermato nelle sue mansioni dal nuovo Consiglio di Amministrazione a maggioranza Elliott nel Maggio 2018.

Le implacabili relazioni conflittuali tra i due soci principali sul futuro dell’azienda in merito ad alcune questioni, tuttavia, hanno portato ad un nuovo cambio al vertice della società, che ha nominato Luigi Gubitosi nuovo amministratore delegato.

Tag
Adv adv ho

Gianluca Martucci

Ha 23 anni e tra le scelte più belle che sente di aver fatto c'è quella di specializzarsi negli studi europei e internazionali all'università. Si è laureato a Bari ad aprile 2018 e sta continuando i suoi studi presso l'università di Roma Tre. Ama sentire l'odore dei giornali e stare con la penna in mano. Ha un sogno: diventare giornalista per dare voce a chi si sente non ascoltato
Back to top button