5G in ItaliaVodafone

Vodafone Giga Network 5G: arrivano i primi test effettuati nella città di Milano

Nella giornata del 18 Giugno 2019 è stato possibile effettuare i primi test per gli utenti Vodafone sotto la copertura del 5G: nella città di Milano è infatti possibile, in circa l’80% della sua estensione, navigare sotto la copertura della nuova rete a banda ultraveloce.

L’accesso alla rete 5G di Vodafone, ancora in fase di sperimentazione, è stato reso possibile anche in alcune aree delle città di Torino, Bologna, Roma e Napoli.

Gli aspetti da analizzare sono molteplici, dal chipset modem del dispositivo utilizzato (reparto antenna) al bacino d’utenza connesso alla stessa antenna, dalla frequenza utilizzata all’effettivo utilizzo del 5G nel futuro.

Andando con ordine, i dispositivi attualmente abilitati alla rete 5G di Vodafone, citati nel sito ufficiale dell’operatore, sono soltanto due: LG V50 ThinQ 5G e Xiaomi MI Mix 3 5G, i quali sono dotati entrambi dallo stesso chipset modem, ovvero lo Snapdragon X50, montato su un processore Qualcomm Snapdragon 855.

Entrambi gli smartphone, inoltre, utilizzano la tecnologia di connessione NSA (Non-StandAlone), ovvero richiedono il supporto della rete 4G per effettuare le operazioni di collegamento alle celle e ai server 5G. In futuro, tramite lo sviluppo di nuovi comparti modem per i microprocessori degli smartphone, verrà implementata la tecnologia StandAlone, che permetterà alle antenne degli smartphone di far affidamento soltanto alle frequenze offerte dalla rete 5G.

Il processore attualmente in uso negli smartphone abilitati al 5G, lo Snapdragon 855.

Le frequenze utilizzate nei test dai colleghi di HDblog.it sono quelle da 80MHz, che rientrano nella fascia dei 3700 MHz aggiudicati da Vodafone nelle aste per le frequenze 5G. Di questa frequenza a Milano, solo 60MHz sono utilizzabili dai clienti, poichè i restanti 20MHz sono destinati alla sperimentazione MISE e ai test da effettuare per sviluppare la nuova rete Giga Network 5G. Nelle altre città non ci sono questi limiti.

La velocità della banda si aggira tra i 200 e i 500 Mbps in download, risultati molto vicini alle velocità raggiunte dai dispositivi connessi in 4G+ o al 4.5G di Vodafone. L’operatore telefonico, però, garantisce migliorie sotto questo aspetto, le quali saranno supportate da una riduzione della latenza, ancora alta per gli standard che il 5G prometteva (25 ms contro 1 ms ancora da raggiungere) e da implementazioni con il mondo dell’IoT.

Lo sviluppo del 5G, difatti, sarà percepito sopratutto nel settore dell’Internet of Things, il quale richiederà grande potenza di calcolo e velocità di connessione per la sua completa diffusione. Il 5G divide la velocità offerta in due parti, dove l’80% di essa è destinata al download; il restante 20% alla parte in upload dei dati, per consentire alle aziende telefoniche di poter investire sul settore domestico, sviluppando nuove reti cablate per le soluzioni in ambienti privati e professionali.

Il bacino d’utenza, al momento, è limitato a causa delle poche zone di copertura del 5G, oltre che all’elevato costo degli smartphone che supportano tale tecnologia. Tramite i colleghi di MobileWorld.it, inoltre, è possibile constatare i risultati di una sessione di gioco in Cloud Gaming, avvenuta sotto la rete 5G, che garantiva prestazioni e risposte molto rapide.

C’è da aspettare, perciò, per poter fornire una più completa e approfondita analisi della rete 5G. Al momento, Vodafone consiglia per navigare sotto la sua copertura del 5G i nuovi smartphone LG V50 ThinQ 5G e Xiaomi MI Mix 3 5G già in vendita e se si è sottoscritta una delle seguenti offerte: tutte le offerte RED Unlimited; Shake it easy; Vodafone One Pro (solo se attivata dopo il 16 Giugno 2019).

Per tutte le altre offerte nelle quali non è compresa la navigazione sotto copertura 5G, è possibile con l’opzione 5G Start navigare in tale rete pagando 5 euro aggiuntivi al mese. Presto nei Negozi Vodafone sarà in vendita anche il nuovo Samsung Galaxy S10 5G.

Via
HDblog.itMobileWorld.it
Fonte
Vodafone
Tag
Adv adv ho

Salvatore Vitale

Le passioni per i romanzi moderni, la letteratura italiana e i videogames accomunano il suo desiderio impellente di raccontare, informare, scrivere. Che sia passione o professione, dare il massimo serve al fine di unire ambizione a realtà. Proiettarsi nel futuro? Diffidate dalle fake news!
Back to top button