5G in Italia

Il 5G a servizio delle attività satellitari: presentato il progetto dell’Esa per il territorio dell’Aquila

Giovedì 27 Giugno 2018 i portavoce dell’Università dell’Aquila e dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), del comune dell’Aquila e della Regione Abruzzo hanno presentato il Protocollo di Intesa firmato a Febbraio 2019 destinato allo sviluppo di servizi basati sull’utilizzo di asset satellitari, osservazione della terra e comunicazioni satellitari integrati con le reti 5G.

Il memorandum, come ha spiegato a margine dell’incontro Paola Inverardi, Rettrice dell’Università dell’Aquila, è prima di tutto un accordo di collaborazione sulle tematiche. Le istituzioni abruzzesi coopereranno per l’applicazione delle nuove tecnologie messe a disposizione dalle telecomunicazioni ai sistemi che l’Agenzia Spaziale utilizza per le sue attività, ponendo l’accento sugli elementi dell’innovazione e dell’impatto socio-economico per le comunità locali.

“Il tutto è rivolto a utilizzare queste tecnologia per lo sviluppo di servizi utili per la società e per il cittadino”, ha dichiarato la prof.ssa Inverardi. “Saranno servizi che si adattano a quelli che nella nostra università abbiamo deciso di sperimentare nell’ambito del 5G: il monitoraggio delle strutture, la sorveglianza, la telemedicina, la gestione dei beni culturali”.

Come ricordato dal prof. Fortunato Santucci, l’iniziativa non è nuova per l’Agenzia Spaziale Europea, che ha avviato un’iniziativa analoga in Olanda, nella città di Groningen, e ha scelto poi di coinvolgere altre città europee, tra cui L’Aquila. Queste collaborazioni contribuiscono a lavorare sul fronte dell’integrazione tra i sistemi satellitari e le tecnologie di comunicazione più innovative, proprio come lo è il 5G.

Ma anche il rapporto della città con l’ìnnovazione non è meno consolidato. Come la stessa prof.ssa Inverardi ha affermato, l’ESA trova a L’Aquila un terreno fertile nutrito dalle applicazioni tecnologiche apportate dal processo di ricostruzione post sisma.

L'Aquila
L’Aquila

Non è infatti escluso che si crei un conglomerato industriale a supporto delle attività dell’Agenzia. Quest’ultima infatti istituirà dei fondi per i progetti che verranno proposti da industrie e dalle istituzioni per i settori d’interesse dell’accordo.

I bandi presentati dall’Agenzia Spaziale saranno pubblicati in autunno e saranno aperte a tutte le industrie europee. Verranno create così le condizioni per rendere il territorio aquilano uno spazio un confronto intenso tra tutte le realtà che parteciperanno al progetto.

Presente all’evento di presentazione anche il direttore dell’ESA Magali Vaissière, che si è detta entusiasta di poter avviare una collaborazione del genere. L’interesse dell’Agenzia è rivolto soprattutto ai risultati che può permettere l’attività di osservazione terrestre in un territorio così geologicamente attivo, ha detto Elena Grifoni Winters, Capo di Gabinetto dell’Agenzia.

È da ricordare poi il coinvolgimento della città nelle sperimentazioni della tecnologia 5G avviate dal Ministero dello Sviluppo Economico. Qui Open Fiber e Wind Tre collaboreranno fino al 2021 insieme ad aziende, istituzioni pubbliche ed università, per applicare le tecnologie della nuova rete ai casi d’uso più confacenti ai bisogni e alle potenzialità del territorio.

Tag
Adv adv ho

Gianluca Martucci

Ha 23 anni e tra le scelte più belle che sente di aver fatto c'è quella di specializzarsi negli studi europei e internazionali all'università. Si è laureato a Bari ad aprile 2018 e sta continuando i suoi studi presso l'università di Roma Tre. Ama sentire l'odore dei giornali e stare con la penna in mano. Ha un sogno: diventare giornalista per dare voce a chi si sente non ascoltato
Back to top button