App Mobile

Mille modi per pubblicare su Twitter: il caso di Dorothy, fan di Ariana Grande

Quando Aristotele descriveva l’essere umano come un animale sociale, probabilmente non avrebbe mai immaginato cosa avrebbe potuto combinare una fan di Ariana Grande pur di comunicare con i suoi follower su Twitter.

Dorothy ha 15 anni e il 5 Agosto 2019 lancia l’allarme. La ragazza deve lasciare per sempre i suoi follower perché sua madre le ha impedito l’uso del cellulare. Esprime tutta la sua disperazione, dice di piangere. Il “goodbye” di Dorothy, tuttavia, da un addio si trasforma ben presto in un arrivederci. L’Arianator, nome con cui si definiscono i sostenitori di Ariana Grande, ha utilizzato tutti i mezzi per rimanere in contatto con gli altri fan.

Dorothy cerca inizialmente di resistere twittando inizialmente dal suo Nintendo. Il tentativo non ha successo, lo comunica direttamente sua madre dal profilo della ragazza annunciando che l’account sarà spento da quel momento in poi.

Dorothy non fa però perdere le sue tracce. È parzialmente inibita, ma riesce a farsi viva twittando dalla sua Wii U:

Ciao, mia madre mi ha sequestrato telefono e Nintendo DS, quindi non ho scelta se non quella di usare la mia Wii. Grazie a tutti per il vostro supporto e il vostro amore. Risponderò ai messaggi privati e ritornerò quando avrò un accesso stabile a twitter. Ciao <3

Migliaia di utenti si accorgono della battaglia di Dorothy e ne sposano la causa. Altri dubitano che la storia sia veritiera e sostengono si possa trattare di un falso messo in scena per acchiappare qualche cuoricino in più. Mentre sua madre è a lavoro, Dorothy fa sapere tramite la sua Wii che si sta adoperando per ritrovare il suo telefono e ricollegarsi stabilmente a Twitter. Qualche ora dopo la quindicenne ritroverà il suo Nintendo DS.

Messa alle strette nella situazione più estrema, Dorothy accende la sua creatività e sfrutta tutti i mezzi a sua ipotetica disposizione. La ragazza cerca di pubblicare un nuovo tweet attraverso il frigorifero di casa sua, dopo che sua madre le ha sequestrato tutti i dispositivi a sua disposizione. Molti di coloro dubitano che un tweet possa essere realmente pubblicato da un frigorifero. Secondo loro infatti, le funzionalità di uno smart refrigerator si limiterebbero essenzialmente alle esigenze alimentari.

A chiarire l’ipotesi è stato un portavoce di LG. L’azienda di elettrodomestici ha lanciato i suoi prodotti Internet of Things e ha confermato che sia possibile accedere a Twitter tramite il browser in alcuni modelli di frigoriferi LG.

In seguito all’impatto mediatico che la questione ha avuto, il quotidiano The Guardian ha contattato esperti per comprendere se effettivamente Dorothy abbia twittato da un frigorifero. Secondo un ricercatore dell’University College Dublin, il riferimento al frigorifero come fonte del tweet sarebbe stato creato manualmente.

Dallo studio dei metadati risulta che il tweet sia stato pubblicato da un’app di Twitter, non dal browser a cui Dorothy avrebbe acceduto se realmente avesse utilizzato un frigorifero. La ragazza avrebbe utilizzato un simulatore per rinominare la fonte del tweet col nome di “LG Smart Refrigerator”.

Manipolazioni a parte, non è scontato che Dorothy possa ispirare simili opportunità alle aziende di elettrodomestici. In tal caso bisognerà agire con parsimonia per evitare che una lista della spesa possa per sbaglio finire su Twitter o su Facebook.

 

Per ricevere notizie sulla telefonia e sul mondo 5G è possibile iscriversi gratis al canale t5git di Telegram. Condividete le vostre opinioni e/o esperienze commentando gli articoli.

Via
The Guardian
Tag
Adv

Gianluca Martucci

Ha 23 anni e tra le scelte più belle che sente di aver fatto c'è quella di specializzarsi negli studi europei e internazionali all'università. Si è laureato a Bari ad aprile 2018 e sta continuando i suoi studi presso l'università di Roma Tre. Ama sentire l'odore dei giornali e stare con la penna in mano. Ha un sogno: diventare giornalista per dare voce a chi si sente non ascoltato
Back to top button
Close