Tecnologia

Fondazione TIM lancia un bando per favorire l’inclusione e ridurre le barriere dell’autismo

Fondazione TIM è una fondazione d’impresa nata nel 2008, con il principale obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle persone. Il bando “Liberi di comunicare. Tecnologie intelligenti e innovazione per l’autismo” mira a realizzare soluzioni digitali per favorire persone con autismo.

In particolare si punta ad accrescere l’autonomia personale, domestica e lavorativa, l’apprendimento scolastico, lo sviluppo di abilità di linguaggio e di comunicazione nelle persone maggiori di 16 anni con autismo.

Nel comunicato stampa di Fondazione TIM del 9 Settembre 2019, viene detto che il bando è destinato a soggetti pubblici e privati, che non abbiano finalità di lucro, ovvero non esercitino attività d’impresa. Prevede la realizzazione di soluzioni fruibili e accessibili a persone nello spettro con differenti livelli di abilità intellettive e linguistiche, e che necessitano di diversi gradi di supporto.

Suddette soluzioni dovranno essere tecnologie innovative come ad esempio algoritmi di intelligenza artificiale, stampa 3D, sistemi vocali, realtà aumentata, giochi e robot, tool immersivi e di localizzazione.

Queste dovranno essere in grado di raggiungere il più ampio numero di destinatari, tramite lo sviluppo di strumenti facili da utilizzare e adattabili ai bisogni dell’utente. Sono da privilegiare i progetti Open Source, dato che garantiscono l’accessibilità delle stesse soluzioni e la sostenibilità economica dell’evoluzione.

Un fattore importante è l’integrabilità delle soluzioni proposte con eventuali protocolli e tecnologie standard già implementati come, ad esempio, le soluzioni smart city e smart home.

ll fondo erogativo totale stanziato da Fondazione TIM per il presente bando è pari a 400.000 euro, che potrà essere riconosciuto ad una sola proposta, o essere suddiviso in due contributi accordati a due diversi beneficiari. In ogni caso, il contributo erogato da Fondazione TIM ad ogni singolo progetto corrisponderà a non oltre l’80% del costo complessivo di ciascun progetto.

Quindi è richiesto che almeno il 20% del costo sia coperto dallo stesso ente richiedente o da altri soggetti finanziatori.

Secondo i recenti studi epidemiologici, condotti dal Ministero della Salute, l’incidenza dei disturbi dello spettro autistico si attesta intorno all’1% della popolazione. Essa non presenta variazioni di rilievo per area geografica, nè a causa di fattori culturali e o socioeconomici. La Fondazione TIM vuole, con questo bando, rispondere alle esigenze di questa parte di popolazione.

 

Per ricevere notizie sulla telefonia e sul mondo 5G è possibile iscriversi gratis al canale t5git di Telegram. Condividete le vostre opinioni e/o esperienze commentando gli articoli.

Via
Bando
Tag
Adv
Back to top button
Close