App MobileConsumatori

TripAdvisor traccia il suo bilancio del 2018: identificate un milione di recensioni false

Per una piattaforma come TripAdvisor, che ogni giorno suggerisce a milioni di turisti in tutto il mondo ristoranti, alberghi e attività da fare, non ci potrebbe essere lavoro più completo ed efficiente di quello che prevede una verifica di tutte le recensioni pubblicate.

TripAdvisor ha concluso il 2018 proprio con questo proposito e ha pubblicato un report sull’attività di verifica della veridicità dei giudizi espressi dagli utenti relativamente attrazioni sponsorizzate sull’app. Le opinioni pubblicate dai commentatori contribuiscono a condizionare le scelte di chi desidera ricevere maggiori informazioni su un servizio. In alcune circostanze, tuttavia, come dimostrato a conti fatti da TripAdvisor, le recensioni possono rivelarsi false.

Ma quanto spesso ci si può imbattere in una recensione falsa su TripAdvisor? I dati raccolti dalla piattaforma parlano del 2,1% delle recensioni in riferimento al 2018, ma per fortuna il 73% di essi è stato rimosso già prima della loro pubblicazione.

La comunità di TripAdvisor ha pubblicato 66 milioni di recensioni nel corso del 2018. Il 4,7% di esse è stato rimosso grazie al lavoro manuale dal team di moderatori e a quello automatico dalla tecnologia di rilevamento frodi (perché contrarie alle linee guida fissate dalla piattaforma o perché fraudolente). Grazie a questi canali, infatti, è possibile innanzitutto verificare che un servizio sia stato realmente recensito da un essere umano.

Un fenomeno singolare, sanzionato penalmente in passato, riguarda infatti la compravendita di recensioni da parte delle aziende interessate a far accrescere la propria reputazione sulla piattaforma. In questi casi da una parte c’è l’interesse a vedere più stelle in corrispondenza del nome della propria azienda e dall’altra il desiderio di fare i profitti da parte di società che si occupano appositamente di creare recensioni fasulle.

Dal 2015 TripAdvisor ha rintracciato 75 siti internet colpevoli di vendere recensioni a pagamento. Nel 2018 il Tribunale di Lecce ha condannato a nove anni di carcere al proprietario dell’azienda PromoSalento.

La mappa delle recensioni a pagamento a seconda del Paese dove sono pubblicate. TripAdvisor specifica che nel 2018 in Russia, Paese più colpito dal fenomeno, si sono tenuti i mondiali di calcio e che probabilmente il gran numero di turisti accorsi ha condizionato la maggiore presenza di paid reviews.

Talvolta ad essere i protagonisti sono proprio gli esercenti. Quasi 35.000 esercizi commerciali hanno ricevuto delle penalizzazioni nella popolarità su TripAdvisor per aver postato a proprio vantaggio recensioni false.

Sono numeri che vanificano i benefici di avere a disposizione un portale che permettono di consultare l’offerta sterminata dei servizi in un territorio e fare una scelta che sia consapevole, come sostiene Becky Foley, senior director dell’affidabilità e della sicurezza di TripAdvisor:

Assicurare l’affidabilità della nostra piattaforma per i nostri utenti e per le attività commerciali è la priorità assoluta. Stiamo continuando a fare progressi grazie agli sforzi del nostro indispensabile sistema di rilevamento di frodi, ma è una battaglia quotidiana e siamo lontani dall’essere continuamente soddisfatti. Nel lottare contro le false recensioni possiamo operare solo nella nostra porzione di web. Finché le altre piattaforme non prenderanno iniziative più assertive gli imbroglioni continueranno ad estorcere denaro e ad abusare delle piccole aziende. È tempo che anche altre piattaforme come Google e Facebook si impegnino come noi.

In breve, le recensioni costano. Ciò non vale soltanto per chi decide di defraudare il cliente dedicandosi al business illegale delle fake reviews, ma anche per chi si affida alla vetrina pubblica di TripAdvisor. La buona reputazione ha portato in molti casi alcune attività commerciali ad espandersi notevolmente e a premiare la qualità.

È il potere che risiede nel numero delle stelle che si contano sull’app quando si vuole scegliere un ristorante, un centro benessere o un museo da visitare. In virtù di tale influenza è necessario che tale giudizio, banale quanto prezioso, sia il più possibile sincero con la realtà.

 

Per ricevere notizie sulla telefonia e sul mondo 5G è possibile iscriversi gratis al canale t5git di Telegram. Condividete le vostre opinioni e/o esperienze commentando gli articoli.

Tag
Adv

Gianluca Martucci

Ha 23 anni e tra le scelte più belle che sente di aver fatto c'è quella di specializzarsi negli studi europei e internazionali all'università. Si è laureato a Bari ad aprile 2018 e sta continuando i suoi studi presso l'università di Roma Tre. Ama sentire l'odore dei giornali e stare con la penna in mano. Ha un sogno: diventare giornalista per dare voce a chi si sente non ascoltato
Back to top button
Close