Fibra e Rame

Bergamo: presentato piano di cablaggio da 20 milioni di euro per la banda ultra larga

Open Fiber collegherà 49mila unità immobiliari della città di Bergamo alla banda ultra larga, realizzando una rete in fibra ottica fino a 1 Gigabit al secondo e con tempi di latenza inferiori a 5 millisecondi.

Il progetto, che vede la collaborazione tra Palazzo Frizzoni e la società partecipata da Enel e Cassa Depositi e Prestiti, è stato presentato giorno 24 Settembre 2019 presso la Sala Cavalli di Palazzo Comunale alla presenza del Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, dell’Amministratore Delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa, e dell’Assessore all’Innovazione, Giacomo Angeloni.

Attraverso l’investimento di circa 20 milioni di euro sarà realizzata un’infrastruttura di rete in tecnologia FTTH, ovvero con cavi in fibra ottica direttamente fino alle abitazioni, per una lunghezza di quasi 300 chilometri. Ove possibile saranno riutilizzate le reti esistenti, aeree o interrate, grazie anche alla collaborazione con A2A. Ciò garantirà un minor impatto ambientale dei nuovi cantieri e contribuirà a rendere meno invasivi gli interventi di installazione della rete.

In totale saranno collegati circa 29mila chilometri con la fibra ottica, a vantaggio anche di 50 immobili comunali, tra scuole, uffici, sedi della PA e di Enti collegati al Comune.

Ripa

Il comunicato stampa a tal proposito riporta le parole dell’Assessore all’Innovazione, Giacomo Angeloni:

Alcune zone della città ad oggi sono ancora a bassa connettività. Portare la fibra a casa dei cittadini senza utilizzare i vecchi cavi di rame consentirà ai cittadini anche dei quartieri periferici di avere una connettività del livello delle grandi città europee. Il lavoro dell’Assessorato all’Innovazione sarà quello di orientare la cablatura in modo che tutti i cittadini possano usufruire dello stesso servizio

I nuovi cantieri che verranno aperti saranno regolamentati da una convenzione stipulata tra Open Fiber e il Comune di Bergamo, la quale stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica. In particolare, se possibile, saranno riutilizzati cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti. In caso contrario saranno privilegiate modalità innovative e a basso impatto ambientale per i nuovi scavi.

Anche il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha commentato:

Grazie a questa opportunità proseguiamo il nostro impegno verso una città più smart, attuando il disegno predisposto dal Governo Renzi, che aveva immaginato un servizio che consentisse a tutti gli operatori di portare connettività fino a casa dei nostri concittadini, consentendo di non prevedere ulteriori future manomissioni del suolo pubblico per posare altri cavi. La nuova infrastruttura consentirà a tutti i bergamaschi di sviluppare tecnologie all’avanguardia all’interno delle proprie case…

Open Fiber continua dunque a investire in Lombardia: l’impegno economico della società ammonta infatti a 500 milioni di euro nelle aree a successo di mercato, ovvero i Cluster A e B. Queste sono oltre a Bergamo anche Milano e hinterland, Monza, Brescia, Busto Arsizio, Varese, Pavia, Sondrio, Cremona, Como, Limbiate, Cesano Maderno e Seregno, per un totale di 1 milione e 400mila case connesse.

Le aree a fallimento di mercato, Cluster C e D, incluse nelle gare Infratel vinte da Open Fiber, riceveranno invece 413 milioni di euro per la connessione di 1 milione e 300mila unità immobiliari di circa 1500 comuni.

L’Amministratore Delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa, ha sottolineato che la rete della società sarà un alleato importante per Bergamo, in grado di aumentare l’inclusività e stimolare la produttività e la competitività delle imprese.

Open Fiber è un operatore wholesale only, ovvero che non si relaziona con i clienti finali direttamente, ma con tutti gli operatori di telecomunicazioni e Internet service provider. È quindi lasciata piena libertà ai cittadini di scegliere l’operatore o l’offerta che più desiderano.

 

Per ricevere notizie sulla telefonia e sul mondo 5G è possibile iscriversi gratis al canale t5git di Telegram. Condividete le vostre opinioni e/o esperienze commentando gli articoli.

Via
wikimedia.org
Tag
Adv
Back to top button
Close