Tim

Unistem e Fondazione TIM nelle scuole per promuovere la cultura scientifica con l’Unistem Tour

Alcuni tra i big delle realtà scientifiche italiane ritornano a scuola per far conoscere e incentivare gli studenti a continuare gli studi presso facoltà scientifiche.

Il 22 Novembre 2019 a Cagliari, si è svolto l’UniStem Tour. L’iniziativa curata dal Centro UniStem dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con Fondazione TIM, e guidata dalla Proferessa e Senatrice a vita Elena Cattaneo.

Ha l’obbiettivo di coinvolgere migliaia di studenti delle scuole superiori, tra i 16 e i 19 anni, e ispirarli nella scelta di percorsi formativi e professionali di tipo scientifico e tecnologico.

Unistem è il Centro di Ricerca Coordinata sulle Cellule Staminali dell’Università degli Studi di Milano. Ha come obiettivo l’integrazione, il coordinamento e la promozione delle informazioni sulle cellule staminali e sul loro potenziale applicativo.

Fondazione TIM nasce nel 2008 ed ha l’obbiettivo di aiutare gli enti, tramite la realizzazione di progetti, mettendo a disposizione risorse economiche e condividendo competenze proprie di TIM.

L’evento si è svolto al Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” di Cagliari, vi hanno partecipato più di 200 studenti e molti professori. Protagonista dell’evento, Telmo Pievani, filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione dell’Università di Padova.

Unistem Cagliari Telmo Pievani
da sinistra, Marcello Serra e il Prof. Telmo Pievani

L’incontro di Cagliari, stando al comunicato stampa, ha avuto come titolo “Migranti, da due milioni di anni”. Pievani ha spiegato ai ragazzi presenti:

le ultime scoperte nel campo dell’evoluzione umana ci stanno restituendo un’immagine ampiamente inaspettata sulle nostre origini. Migrare in seguito a cambiamenti climatici è sempre stata una strategia cruciale degli esseri umani. Nella storia del genere Homo, infatti, a partire da 2 milioni di anni fa, si sono ripetute vaste migrazioni dall’Africa. Quando i primi gruppi di Homo sapiens uscirono dall’Africa, essi incontrarono in Eurasia i discendenti delle espansioni precedenti con il risultato sorprendente che, fino a 50 millenni fa, la Terra era abitata da almeno cinque specie umane differenti, spesso co-abitanti nello stesso territorio. Con almeno due di queste forme umane alternative i nostri antenati si sono accoppiati, scambiando materiale genetico. Il tutto scoperto grazie alla convergenza di dati molecolari e paleontologici.

La particolarità di questi eventi è di portare nelle scuole i “numeri uno” del panorama scientifico italiano per far conoscere le varie realtà scientifiche e professionali. Tra gli scienziati che hanno dato disponibilità vi sono la direttrice del Cern, Fabiola Gianotti, l’antropologa forense, Cristina Cattaneo, il virologo, Roberto Burioni, l’esperto di medicina rigenerativa e staminologo, Michele De Luca, il matematico, Alessio Figalli, l’immunologo, Albero Mantovani.

Saranno una serie di 30 incontri sparsi in 2 anni, questo era il quinto, e si svolgeranno nelle scuole di tutto il Paese, da Nord a Sud.

Agli incontri live del tour si affianca una campagna comunicativa tramite social e web, curata da Skuola.net per coinvolgere un più ampio numero di ragazzi. Così facendo si raggiungeranno anche coloro che non potranno partecipare dal vivo alle tappe. La prossima tappa del Tour è programmata per il 3 Dicembre 2019 a Palermo.

Tag
Adv
Back to top button
Close